www.bibliotecaventiquattromaggio.it

BIBLIOTECA VENTIQUATTO MAGGIO

Cerca

Vai ai contenuti

Apertura - Neanche l'Italia è un Paese per vecchi

IN PRIMO PIANO

NEANCHE L'ITALIA E' UN PAESE PER VECCHI

29 MAGGIO 2013 - In apertura di questo numero citiamo il titolo, malamente tradotto in italiano, di un romanzo di Cormac McCarthy, Non è un paese per vecchi, che potete trovare nel nostro catalogo. In realtà lo scrittore statunitense voleva dire che "non esiste un paese per vecchi"! Non si riferisce solo agli States: perché ogni angolo del mondo, per quanto piccolo e insignificante, è ormai un luogo dominato dalla violenza, e siccome la violenza non è un affare per vecchi, "non esiste un paese per vecchi". Sviluppiamo l'assunto di McCarthy: se non esiste un paese per vecchi, non lo è, non può esserlo, neanche l'Italia. Come spiegare, allora, la nostra gerontocrazia? Semplice: Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi - per fare due nomi a caso - hanno un'età avanzata, ma non sono vecchi. E non lo sono perché se la discriminante per vivere in un paese che non è un paese per vecchi, è essere abbastanza violenti per viverci, allora essi, considerata la carica che occupano, sono i più violenti fra tutti. E i giovani italiani non sono abbastanza violenti per dominare quei vecchi arzilli. Non fa un piega.

L'unico vecchietto sulla scena del nostro Paese, e proprio per quello fatto fuori, era papa Ratzinger. Lui, probabilmente, era un vecchietto autentico, ma siccome nemmeno Città del Vaticano è un paese per vecchi... ecco allora un nuovo papa! osannato da più parti, capace di attirare attenzioni, poca azione e tante tantissime parole: proprio quello che serviva alla Chiesa per risolvere, apparentemente, i propri problemi. Ma riuscirà a risolvere i problemi dell'Italia il governo di Enrico Letta, che da qualche settimana guida l'esecutivo e che da sempre ci pare non essere mai stato giovane ma sin da piccolo un buon vecchietto?! E' stata anche questa, come nel caso di papa Bergoglio, una mossa retorica, e la stessa è stata la violenza (verso la verità, verso la giustizia, verso il bene). Nel caso di Letta, è la violenza perpetrata nei confronti degli elettori delle elezioni politiche. La violenza di chi vuole spacciare per nuovo ciò che è vecchio. Pensate a quanti giovani-vecchi abbiamo visto lanciati sulla scena della politica italiana in questi mesi: da Michele Ainis (commissione dei saggi) a Laura Boldrini (Camera), da Pietro Grasso (Senato) a Letta (Montecitorio). E' la violenza di una casta politica immobile, che sta tentanto illusionisticamente di tenere alla porta l'istanza del cambiamento (Grillo). Una casta politica capace bellamente di ingannare i votanti (PD) e ipocritamente interpretata da vecchi che vecchi non sono e che dunque dei vecchi non hanno nulla (né saggezza, né distacco, né maturità). Siamo un paese dominato da vecchi (anagrafici e di spirito) ma la loro vecchiezza non è affatto imbelle. E' piuttosto qualcosa di abietto (ipocrisia, menzogna, doppiogiochismo, tradimento). Una violenza capace di far passare per senso di responsabilità se stessa e di demonizzare con tutti i mezzi ogni legittima richiesta di cambiamento.

I governi Monti e Letta - entrambi cosiddetti "delle larghe intese" - sono stati varati come governi di responsabilità. Rifletteteci: chi è stato, all'ultimo giro, il politico più responsabile di tutti? Silvio Berlusconi! E chi è stato il padre di entrambi quegli esecutivi? Giorgio Napolitano. Quel Giorgio Napolitano che, a quanto abbiamo letto, i vecchi compagni comunisti avevano soprannominato "freno a mano". Quel Giorgio Napolitano che dagli anni '70 continua a descrivere la situazione italiana come un guado (G. Napolitano, In mezzo al guado, Ed. Riuniti). E' vero. Il punto è che non capiamo come sia possibile uscire da questo guado, se i traghettatori sono sempre gli stessi. In più non capiamo una cosa ancora più inquietante: se anche il nostro non è un paese per vecchi, quale è stata la mutazione genetica che ha portato tutti a diventare dei mostri, compresi i vecchi? (S.D.)











HOME PAGE | IN PRIMO PIANO | IN VETRINA | CATALOGO | SERVIZI | ATTIVITA' | INFO | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu
script type="text/javascript"> var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-19536673-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();