www.bibliotecaventiquattromaggio.it

BIBLIOTECA VENTIQUATTO MAGGIO

Cerca

Vai ai contenuti

Apertura - Provvidenziale inventario

IN PRIMO PIANO

FACCIO L'INVENTARIO... COSI', PER OGGI, NON VEDO, NON SENTO, NON PARLO!

10 MARZO 2013 - Da qualche settimana siamo alle prese con l'inventario della nostra biblioteca. In altri tempi avremmo detto lavoro noiosissimo, oggi provvidenziale. Confinandoci in un mondo di carta, pare proprio ci abbia protetto dalla realtà italiana di queste ultime settimane, segnata da aventi per certi versi insostenibili se non affrontati senza il giusto distacco. L'impegno con il nostro inventario ha prima attutito le dimissioni di papa Benedetto XVI, poi gli esiti delle ultime elezioni politiche italiane, che ci sono parsi baluginii atomici di una vicenda storica che sembra non voler giungere ancora alla fine. Irrazionali e fuori dalla grazia di ogni possibile spiegazione soprattutto gli esiti delle elezioni; epocali e tuttavia inutili le dimissioni del papa, e proprio per questo tanto più tragiche. Fenomeni diametralmente opposti, sia nelle premesse, sia negli esiti, ma entrambi espressioni dell'incommensurabilità del presente, del caos dominante, del trionfo della perdita.

Come dicevamo, però, per nostra fortuna, tanto più il mondo intorno ci è sembrato in queste settimane perdersi, tanto più inventariare le povere cose della nostra biblioteca ci ha in qualche modo ancorato all'isola di un senso cristallizzato, approdo sicuro per ritrovarsi a fronte del collasso evidente dell'evenemenziale, che del resto, in quanto tale, è sempre al collasso. Lavoro, quello di inventario, che ha riportato fra le nostre mani libri raccolti non proprio recentemente e, se vogliamo, anche datati, ma che - permettendoci una sorta di archeologia del recentissimo passato - ci aiutano a ricostruire una minima logica del presente. Una logica che non assolve, sia ben chiaro, ma che delucida nei suoi errori la realtà. Così, piuttosto che vere e proprie novità editoriali, questa volta proponiamo all'attenzione dei nostri lettori e dei nostri utenti proprio alcuni di quei libri: due sulla Chiesa e su papa Ratzinger; un dvd di Beppe Grillo; un libro sul disastro aereo di Ustica (recentemente dichiarato dovuto all'esplosione di un missile...); più alcuni altri. In vetrina, quindi, nessun autentico nuovo arrivo. Né, tra i nostri articoli, alcuna presa di posizione rispetto a quanto sta invece facendo impazzire i media (dimissioni del papa, sconfitta elettorale del PD etc.).

Sentiamo stavolta di volerci/doverci difendere da quanto abbiamo davanti agli occhi, da quanto ascoltiamo. E sentiamo a nostra volta il dovere di fare silenzio. Forse è una fuga, e non ce ne vergogniamo. Anzi in proposito proponiamo come libro del mese un saggio di Laborit - testo anch'esso ripescato dal passato - intitolato appunto Elogio della fuga. Cosa si può fare quando il presente - che non capiamo o che, al contrario, capiamo fin troppo bene per volerci/poterci confrontare con esso - ci appare risucchiato da un disordine senza redenzione? Non lo sapremo mai, ma chissà se così è apparso recentemente anche a papa Joseph Ratzinger... (S.D.)











HOME PAGE | IN PRIMO PIANO | IN VETRINA | CATALOGO | SERVIZI | ATTIVITA' | INFO | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu
script type="text/javascript"> var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-19536673-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();