www.bibliotecaventiquattromaggio.it

BIBLIOTECA VENTIQUATTO MAGGIO

Cerca

Vai ai contenuti

Libro del mese - Dicembre 2013

IN VETRINA

MATTEO RENZI, "OLTRE LA ROTTAMAZIONE" (MONDADORI, 2013)

12 DICEMBRE 2013 - Osteggiata in ogni modo all’interno del partito, la novità della proposta politica di Renzi si è imposta maggioritaria nel corpo delle ultime primarie per l'elezione del segretario del PD. Adesso che la “rottamazione” propugnata dal sindaco di Firenze si è - almeno apparentemente - compiuta, essa dovrà dimostrarsi non solo uno slogan ma la chiave di un nuovo modo di fare politica. Oltre la rottamazione - libro dato alle stampe qualche mese fa, all'indomani dell'elezione di Giorgio Napolitano a Presidente della Repubblica - è una sorta di manifesto nel quale vengono enunciate le idee del nuovo leader del Pd sia riguardo al suo partito sia riguardo al presente e al futuro dell'Italia. Si legge già sul risvolto interno di copertina:

"Il mio partito non ha paura degli altri, è curioso. Il mio partito abbatte i muri, non alza i ponti. Il mio partito accoglie, non respinge gli elettori. Il mio partito si fa giudicare dai cittadini con il voto, non li giudica con moralismo supponente. Il mio partito usa la digitale, non il rullino. Il mio partito non è schizofrenico per cui un giorno vuole arrestare Berlusconi e il giorno dopo lo farebbe presidente della Convenzione costituente. Il mio partito rispetta la magistratura non solo quando manda gli avvisi di garanzia agli avversari. Il mio partito prende i voti degli altri. Perché se non prende i voti degli altri, poi gli tocca prendersi i ministri degli altri. Il mio partito difende le donne non una volta l'anno, ma tutti i giorni, con la parità di genere. E sa che le quote rosa sono un sistema grezzo. Ma non ne ha trovato uno migliore. Il mio partito rispetta i referendum. Anche quando dicono che il finanziamento pubblico ai partiti va abolito. Il mio partito si chiamerà Partito democratico. Ma non l'abbiamo ancora costruito davvero".

Un libro che vuole essere un soffio di aria fresca, un progetto politico raccontato a chiare lettere, una promessa di percorrere vie nuove e di costruire un Paese dove sia bello vivere, lavorare con entusiasmo per fare sempre la cosa giusta. Uno sguardo volto alla gente, fuori dai palazzi, stando vicino alle realtà produttive e lontano dalle consorterie parassitarie, attenti al mondo del lavoro e oltre le divisioni sociali, «perché fare politica è il desiderio di mettersi nel proprio cuore i sogni e i pensieri dell’altro». Afferma Renzi: adesso è il momento di andare “oltre”! Oltre la rottamazione, certo. Oltre «le facce tristi, il professionismo e le giacche grigie». Oltre la lentezza e i riti di quella cattiva politica che non possiamo più permetterci. Con uno stile veloce, la battuta pronta, e ironico come solo un fiorentino sa essere, Matteo Renzi traccia i confini di un'Italia possibile e futura, una nazione «che non è conservatrice, che combatte i privilegi, che è di buona volontà e che non ha paura di rischiare». Vuole essere una bella Italia, un Paese ideale per cui è giusto si torni alla politica, perché non è tutto da buttare, perché «l’Italia ha un’anima. E non vuole perderla, se vuole offrire un futuro ai giovani».












Matteo Renzi
Oltre la rottamazione
(Mondadori, 2013)

HOME PAGE | IN PRIMO PIANO | IN VETRINA | CATALOGO | SERVIZI | ATTIVITA' | INFO | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu
script type="text/javascript"> var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-19536673-1']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();